Percorso : HOME > Iconografia > Pittori > Elenco > Novecento: Maestro di Cracovia

PITTORI: Maestro di Cracovia

Sant'Agostino vescovo e Dottore della Chiesa

Sant'Agostino vescovo e Dottore della Chiesa

 

 

MAESTRO DI CRACOVIA

1900-1950

Cracovia, Monastero degli agostiniani

 

Sant'Agostino vescovo e Dottore della Chiesa

 

 

 

La pittura raffigura sant'Agostino vescovo, con tutti i suoi attributi episcopali. In testa porta la mitra, mentre con la mano sinistra regge il bastone pastorale e un libro che stringe al petto. Il santo ha un aspetto giovanile, per quanto dall'espressione matura e con una folta barba rossiccia. Alle sue spalle si intravede la TrinitÓ con le immagine del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

La presenza agostiniana a Cracovia nel medioevo Ŕ attestata dalle documentazioni degli archivi dell'Ordine a partire dalla prima metÓ del XVI secolo, oggi conservate nell'Archivio di Stato di Cracovia. Questo archivio Ŕ ricco di documenti relativi agli agostiniani a partire dal 1299 fino al 1950. Si tratta per lo pi¨ di diplomi in pergamena e libri relativi alla ex provincia di eremiti agostiniani in Polonia. Una parte consistente riguarda proprio la storia del loro monastero a Cracovia, che venne chiuso nel 1950.

Il fondatore della chiesa e del monastero fu il re Casimiro il Grande (1310-1370). Il re volle che fossero i Padri agostiniani a reggere questo complesso, chiamandoli nell'anno 1342. Gli agostiniani nel 1583 crearono l'UniversitÓ ed ebbero un ruolo di primo piano nella rinascita spirituale della cittÓ. Giovanni Paolo II, da sacerdote ogni mattina nel 1951-1953 celebrava nella cappella della Madonna della Consolazione. Il complesso era costituito da una chiesa gotica monumentale, da un monastero gotico con chiostri e patio, un ampio giardino: all'interno si scopre un grandioso altare barocco e ben cinque corpi organo a canne.

 

I primi frati agostiniani in Polonia arrivarono a Cracovia nel 1343. Venti anni pi¨ tardi, il re Casimiro il Grande don˛ agli Agostiniani un appezzamento di terra per la costruzione di una chiesa e di un monastero a Kazimierz. La localitÓ divenne una nuova cittÓ che sorse vicino a Cracovia. La struttura della chiesa e il monastero con il chiostro vennero aperti nel 1378. Il monastero fu dedicato a S. Caterina e S. Margherita. La prima era la patrona degli studi, motivo per cui qualche storico presume che il re voleva formare un centro accademico con l'aiuto degli Agostiniani. Il migliore periodo per gli Agostiniani di Cracovia fu tra il XV e il XVI secolo, quando molti frati attendevano ai pi¨ noti centri intellettuali di quel tempo o agli studi dell'UniversitÓ di Cracovia fondata nel 1364.

I frati oggi hanno la cura di una parrocchia, insegnano nella scuola, si prendono cura della comunitÓ cattolica di lingua inglese di Varsavia, sono impegnati nello studio.