Percorso : HOME > Monachesimo agostiniano > Storia dell'ordine > Priori Generali > Guido da Staggia

Priori Generali: Guido Da Staggia

S. Agostino in ginocchio dinanzi al Cristo

S. Agostino in ginocchio dinanzi al Cristo

 

 

GUIDO DI STAGGIA o GUIDO SALANO

(1265-1271)

 

 

 

 

Il capitolo del 1265, celebrato a Perugia, diede come successore di Lanfranco da Milano il senese Guido da Staggia, che si deve identificare con quel Guido Salano, di cui parlano i nostri cronisti dell'inizio dell'era moderna. Secondo il Friemar, fu un superiore "veramente infaticabile e discreto".

Della sua infaticabilitÓ diede prova dal 1256 al 1264, quando, come primo superiore degli agostiniani in Germania, fece salire il numero dei conventi di quella provincia a circa 30. E' molto probabile che tale missione gli fosse affidata per le sue doti e per l'esperienza di governo, giacchÚ il suo nome Ŕ scritto in un documento sicuro, insieme con quello di altri 60 priori degli eremiti di Toscana, che celebrarono nel 1251 un capitolo a Cascina.

In Germania il 27 maggio del 1264 sottoscrisse un altro documento, che si conserva ancora, per certificare, che aggregava al secondo Ordine le monache di Obendorf a Wurtemberg, che Ŕ il primo monastero di agostiniane di cui si ha notizia sicura. Egualmente documentata Ŕ l'attivitÓ del nostro generale nella sua controversia con i guglielmiti, che, come si Ŕ giÓ detto, termin˛ nel 1266; mancano invece notizie sulla sua rielezione nel capitolo del 1268 e sulla causa per cui lasci˛ il governo nel 1271.

Non Ŕ certo, quindi, che, come asserivano fino a pochi anni fa alcuni autori, Guido da Staggia sia morto nel 1270; Ŕ certamente lui, invece, quel Guido dell'Ordine degli eremiti di S. Agostino", che il 25 maggio 1279 fu preconizzato da Nicola III come patriarca di Grado, dove visse fino al 1288.

 

 

 

Referenze:  CRUSENIO, Monasticon