Percorso : HOME > Monachesimo agostiniano > Storia dell'ordine > Priori Generali > Eustasio Esteban

Priori Generali: Eustasio Esteban

Immagine di Eustasio Esteban

Eustasio Esteban

 

 

EUSTASIO ESTEBAN

(1925 - 1931)

 

 

 

 

Padre Eustasio Esteban fu Generale dell'Ordine nell'Anno Santo del 1925. In precedenza fu bibliotecario e professore nel Real Monasterio de El Escorial. Nasce in Spagna il 28 marzo 1860. Fa la professione religiosa nel Collegio agostiniano di Valladolid il 27 ottobre 1876. Studia umanesimo e filosofia e a Roma teologia. Qui celebra la prima messa nel collegio di Santa Monica il 26 agosto 1883. Dottore in teologia, due anni dopo riceve il dottorato in diritto canonico e civile all'Apollinare. Ritorna in Spagna come professore di diritto canonico e bibliotecario all'Escorial. Pubblica i documenti pi¨ importanti della Santa Sede relativi alla liturgia, morale e diritto canonico nella rivista agostiniana "La Ciudad de Dios." Nel 1893 Ŕ nominato Commissario generale degli agostiniani del Per¨ con l'incarico di restaurare l'osservanza nel Convento di sant'Agostino di Lima. Lý fonda con Raffaella Ventemilla la Congregazione delle Terziarie Agostiniane "Figlie del SS. mo Salvatore." (1895)

Fondatore e Maestro spirituale, elabora "principio e forma" per il nuovo istituto, che viene aggregato all'Ordine nel 1927. Fonda e dirige il primo periodico cattolico "El Bien Social". Nel 1903 Ŕ nominato Segretario dell'Ordine. Dirige l'Analecta Augustiniana, Ŕ consultore della commissione cardinalizia per la codificazione del diritto canonico e della Congregazione dei religiosi. Nel 1907 Ŕ nominato assistente generale, nel 1913 postulatore e nel 1925 priore generale dell'Ordine. Erige la vice-Provincia di Philadelphia e istituisce la Provincia del SS. mo Nome di Ges¨ in Spagna. Con grande interesse prepara il centenario di sant'Agostino nel 1930. Suo particolare merito Ŕ stata la pubblicazione della Miscellanea Augustiniana.

Tra i tanti progetti quello di creare a pavia una comunitÓ internazionale di Figli dell'Ordine. Promuove la pubblicazione del proprium missarum et officiorum, il Rituale dell'Ordine, rinnova le Costituzioni. Uomo sapiente e prudente, lavoratore paziente e perseverante, uomo spirituale e di azione, a lui in varie occasioni il card. Gasparri si rivolge per consigli. Nel 1937 torna in Per¨. Muore a Lima il 26 aprile 1945, festa della Madonna del Buon Consiglio.