Percorso : HOME > Tradizioni agostiniane a Cassago >  Fontana di sant'Agostino

Fontana di sant'Agostino

 Immagine della Fontana di sant'Agostino

Fontana di sant'Agostino

 

 

 

FONTANA DI SANT'AGOSTINO

 

 

Attorno a questa struttura che attualmente si trova nel parco storico archeologico di fianco alla chiesa parrocchiale, giÓ a partire dall'Ottocento era viva una tradizione popolare, di cui parla anche mons. Luigi Biraghi dottore dell'Ambrosiana.

Nota come "fontana di sant'Agostino" Ŕ proprio a questo santo che Ŕ legata una devozione popolare che nel passato amava recarsi in questo luogo per ricordare il soggiorno del vescovo d'Ippona a Cassago nel 386-387 d. C. Nell'Ottocento quest'area, che apparteneva ai giardini del Palazzo dei Duchi Visconti di Modrone, era un luogo dove passava la processione nelle festivitÓ agostiniane prima di raggiungere la vicina chiesa parrocchiale.

Immersa in un bell'ambiente ricco di verde e di reperti archeologici, la fontana Ŕ sempre irrorata da due fonti d'acqua che non la lasciano mai all'asciutto.

L'aspetto attuale della struttura Ŕ a forma rettangolare con un semicerchio che si sviluppa verso ovest, dove, di estremo interesse, si conserva un blocco di materiale cementizio che risale all'etÓ romana e che testimonia la profonda romanitÓ di Cassago, come si evince dai numerosissimi reperti scoperti in loco relativi a quell'etÓ.

E' ignota l'origine di questa fontana, nÚ si sa se l'aspetto attuale sia quello originario. Forse in origine apparteneva a qualche struttura architettonica di maggior imponenza che sorgeva nel perimetro del vecchio castro medioevale di Cassago.