Percorso : HOME > Africa agostiniana > Siti archeologici > Acholla

AFRICA ROMANA: Acholla

Trionfo di Dioniso: 120-130 d. C. particolare del Dio nel mosaico delle Terme di Traiano ad Acholla

Terme di Adriano: il dio Dioniso

 

 

 

 

ACHOLLA

 

 

 

Situata a circa 60 Km a sud di Sfax, Acholla, l'attuale Rass Bou Tria, Ŕ una localitÓ costiera della Tunisia centrale. Fondata forse nel III secolo a. C. da coloni fenici provenienti da Malta, a lungo sottoposta a Cartagine, Acholla se ne affranc˛ alla prima occasione: durante l'ultima guerra punica si alle˛ con i Romani. Come ricompensa benefic˛ dello statuto di cittÓ libera, una condizione che Roma riserv˛ anche ad altre sei cittÓ africane. In seguito, romanizzatasi poco a poco, la cittÓ ottenne la condizione di Municipio e poi ancora di colonia. Tuttavia la sua prosperitÓ non dur˛ oltre il III secolo.

Da questa data la cittÓ and˛ in rovina e si spense senza lasciare pi¨ tracce dal VII secolo. La localitÓ archeologica non annovera monumenti spettacolari, tuttavia quello che resta, anche se poco imponente, testimonia la ricchezza del suo passato.

Oltre al Porto ormai sommerso, si segnalano il Foro e due stabilimenti termali, il maggiore dei quali, detto Terme di Traiano, fu eretto nel 130-150. Sul posto sono visibili mosaici geometrici, mentre quelli figurativi sono ora al Museo del Bardo. Le altre Terme sono soprannominate "du thiase marin ".

Interessanti sono anche alcune ville, fra cui particolarmente quella di Asinius Rufinus, un abitante della cittÓ che fu senatore e console sotto il regno di Commodo nel 184 d. C. Sono riconoscibili anche alcuni resti dell'anfiteatro, di una basilica cristiana e di due battisteri.

 

 

  APPROFONDIMENTO