Percorso : HOME > Associazione > AttivitÓ > Cammino S. Agostino

2017: Pellegrinaggio CAMMINO S. AGOSTINO

Alcuni dei pellegrini nel parco rus Cassiciacum

Alcuni dei pellegrini nel parco rus Cassiciacum

Alcuni pellegrini seguono la visita guidata nel parco storico-archeologico sant'Agostino

Alcuni pellegrini seguono la visita guidata nel parco storico-archeologico sant'Agostino

 

 

A CASSAGO: PELLEGRINI DEL CAMMINO DI SANT'AGOSTINO

 

 

 

Domenica 8 maggio Ŕ arrivato un folto gruppo di pellegrini del Cammino di sant'Agostino guidati Renato Ornaghi che hanno raggiunto Cassago verso le 13, partendo da Oggiono. La tappa Ŕ stata abbastanza faticosa per il caldo e il vento che ha affaticato i pellegrini durante il tragitto.

Per l'occasione Ŕ stato allestito nel parco rus Cassiciacum un ristoro-barbecue dove i pellegrini hanno potuto pranzare e rifocillarsi. Nel primo pomeriggio  pellegrini hanno potuto visitare i luoghi agostiniani, la sede, la chiesa, il parco. Qui, all'ombra degli alberi e del platano secolare, seduti presso la fontana di sant'Agostino hanno seguito con attenzione il presidente dell'associazione S. Agostino, che ha ilustrato le vicende del santo e la storia di questo paese dove sorgeva la villa di Verecondo che generosamente lo ospit˛ con amici, discepoli e familiari.

Una generositÓ che ancora oggi viene riservata ai pellegrini che sempre pi¨ interessati arrivano per vedere, per conoscere, per gustare il senso della spiritualitÓ agostiniana di questi luoghi.

 

Il Cammino di Sant'Agostino Ŕ un percorso di pellegrinaggio concepito per collegare nelle sue tappe cinquanta Santuari mariani presenti sul territorio lombardo. Durante il percorso si passa per il Comune brianzolo di Cassago Brianza (Rus Cassiciacum), dove il santo fu ospitato dall'amico Verecondo nel 386-387 d. C. mentre si stava preparando al battesimo. In questo luogo, documentato dal Santo nelle sue Confessioni, Agostino trascorse il periodo della sua esistenza successivo alla conversione e di poco antecedente il battesimo per mano del Vescovo Ambrogio. A Cassiciaco Agostino scrisse le sue prime opere conosciute, i Dialoghi. Il pellegrino da questo luogo pu˛ poi raggiungere la cittÓ di Milano e Pavia, dove presso la chiesa di san Pietro in Ciel d'Oro, si trova la tomba di sant'Agostino.