Percorso : HOME > Associazione > AttivitÓ > Gite culturali > Pinacoteca Ambrosiana

2012 : visita alla Pinacoteca Ambrosiana

2012: visita alla Pinacoteca ambrosiana di Milano fondata dal card. Federigo Borromeo

2012: visita alla Pinacoteca ambrosiana

 

Visita alla Pinacoteca Ambrosiana

9 settembre 2012

 

A conclusione della Settimana Agostiniana Ŕ stata organizzata una visita culturale guidata alla Pinacoteca Ambrosiana.

Ideata nel 1607 ma realizzata solo nel 1618, la Pinacoteca doveva costituire, secondo l'idea del suo fondatore il cardinal Federico Borromeo, un sussidio e un modello per la Accademia di Belle Arti milanese, che doveva raccogliere e dare corpo ai nuovi canoni di bellezza e di estetica dettati dal concilio di Trento. L'Accademia fu effettivamente istituita nel 1621 e primo direttore fu Giovan Battista Crespi detto il Cerano, famoso pittore attivo nella cerchia lombarda. La nuova istituzione ebbe subito l'adesione di valenti architetti, pittori e scultori insigni, quali Biffi, Mangone, Procaccini, Morazzone, Daniele Crespi e Nebbia. l'istituzione tuttavia ebbe vita breve e nel 1776, cess˛ di esistere. Invece la Quadreria, che lo stesso cardinale Federico aveva descritto nel volume il Musaeum del 1625, si svilupp˛ intensamente e che giÓ annoverava opere di Raffaello, Leonardo, Luini, Tiziano, Caravaggio, Brueghel. Nel 1618 si contavano 250 dipinti tra originali e copie, mentre ai nostri giorni il numero di opere su tavola, su tela e su rame che vi sono conservati raggiunge i 1500 esemplari. Fanno parte di questa collezione la Galleria Resta, o galleria portatile, il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci con i suoi 1750 disegni di carattere tecnico-scientifico e il grande cartone di Raffaello raffigurante la Scuola d'Atene (m 8,04 x 2,85), acquistato dal cardinale Federico e che presenta alcune varianti rispetto all'affresco vaticano della Stanza della Segnatura.

Tra i dipinti pi¨ famosi si possono ricordare il Musico di Leonardo, la Canestra di frutta di Caravaggio, il Ritratto di dama di Giovanni Ambrogio De Predis, la Madonna del padiglione di Botticelli, il Presepe di Barocci, l'Adorazione dei magi di Tiziano, la Sacra Famiglia di Bernardino Luini, il Fuoco e l'Acqua di Brueghel.