Percorso : HOME > Associazione > AttivitÓ > 2021: Belvedere sant'Agostino

2021: Belvedere sant'Agostino

L'inaugurazione della targa del Belvedere sant'Agostino

L'inaugurazione della targa del Belvedere sant'Agostino

 

 

BELVEDERE SANT'AGOSTINO

5 settembre 2021

 

 

 

Belvedere Sant'Agostino Ŕ la titolazione dedicata alla passeggiata panoramica che Ŕ stata inaugurata domenica mattina 5 settembre a conclusione della Settimana agostiniana. Il Belvedere sant'Agostino corre di fronte al cimitero per arrivare fino a via Visconti e permette di godere una splendida vista in direzione di Como e delle Alpi fino al massiccio del Monte Rosa. Percorrendolo riprendono vita le stesse sensazioni che prov˛ il cenacolo agostiniano nelle sue passeggiate cassaghesi, cosý ben descritte dalla passione poetica di Licenzio, uno degli studenti di Agostino. Alla cerimonia di intitolazione del Belvedere, erano presenti il sindaco Roberta Marabese, il professor Luigi Beretta, presidente dell'associazione Sant'Agostino, il parroco don Giuseppe Cotugno e i rappresentanti di numerose e varie realtÓ associative di Cassago.

La manifestazione Ŕ stata introdotta dal sindaco Roberta Marabese che ricordato come "la richiesta di intitolare il passaggio a Sant'Agostino ci Ŕ arrivata nel mese di novembre dello scorso anno dall'associazione Sant'Agostino e come amministrazione abbiamo ritenuto le loro motivazioni degne di accoglimento". L'inaugurazione Ŕ stata proposta significativamente nell'ultimo giorno della settimana agostiniana e il professor Luigi Beretta ha motivato la richiesta da parte dell'Associazione ripercorrendo gli episodi pi¨ significativi della presenza di Agostino a Cassago, ospite nella villa dell'amico Verecondo tra il 386 e il 387 d.C. mentre stava preparandosi al battesimo.

Vari accenni nelle opere, che Agostino scrisse in questo luogo, fanno supporre che il Belvedere coincida o sia molto prossimo ai luoghi frequentati da Agostino e dai suoi amici e discepoli nel corso delle loro passeggiate in campagna in mezzo ai contadini. A conclusione della sua prolusione il presidente dell'associazione ha ringraziato l'amministrazione attuale e le precedenti per il lavoro compiuto al fine di valorizzare il patrimonio storico e culturale del paese che ha come focus la figura di Agostino.

"Le iniziative sin qui condotte negli anni hanno proposto la conoscenza di Cassago ben al di fuori dei nostri confini. Numerose sono le comitive che raggiungono per trovare e visitare il rus Cassiciacum di Agostino. La presenza di Agostino Ŕ straordinaria - ha concluso - e colgo l'occasione per invitare tutti ad aiutarci per riuscire a valorizzare sempre di pi¨ questa nostra memoria".

I presenti hanno quindi percorso in corteo il passaggio del Belvedere per arrivare al punto dove Ŕ stata apposta una targa, in versione provvisoria, in attesa di quella definitiva. Il parroco don Giuseppe Cotugno ha quindi benedetto la nuova via. A conclusione della inaugurazione, Ŕ stata spiegata la scelta del disegno apposto sulla targa, che Ŕ stato ripreso da un'opera di Antonio De Nova. "Sant'Agostino Ŕ in cattedra" Ŕ stato specificato - insieme ai suoi discepoli e da buon maestro sottolinea l'importanza del dialogo, l'esperienza del conoscere sempre meglio attraverso il confronto con le altre persone. La presenza della madre, reputata da Agostino, pienamente capace di poter discutere con gli uomini, Ŕ un ulteriore segno dei tempi, in cui la donna ha pienamente raggiunto il rispetto della sua dignitÓ umana".