Percorso : HOME > Associazione > AttivitÓ > Spettacoli > S. Agostino tra parola e biografia

 2004: s. agostino tra parola e biografia

 Un momento della rappresentazione teatrale

Una scena con i tre attori e il coro

 

S. Agostino tra parola e biografia

SABATO 13 novembre 2004

 

 

Nel giorno del compleanno di Agostino, che egli stesso ricorda in un passo del De Beata Vita, l'Associazione S. Agostino in collaborazione con l'Associazione Culturale No'hma e altre realtÓ locali di Cassago, l'Amministrazione Comunale di Cassago, la Parrocchia di Cassago, la Corale Polifonica SS. Giacomo e Brigida e l'Istituto Comprensivo di Cassago,  ha proposto uno spettacolo parateatrale in chiesa parrocchiale.

 

Tre attori, sotto la guida di Teresa Pomodoro, con l'aiuto del Coro di Cassago hanno recitato brani tratti dalle opere di Agostino.

 

Lo stesso spettacolo era stato messo in scena a Pasqua 2004 nella basilica di sant'Ambrogio a Milano. Oltre duecento persone hanno assistito alle declamazioni liberamente tratte dai Dialoghi, Confessioni, Soliloqui e dalle Preghiere che hanno offerto uno spaccato del percorso spirituale di Agostino a Milano attraverso un uso forte del linguaggio e della parola.

 

 

PROGRAMMA

 

Sabato 13 novembre 2004

ore 21.00 nella chiesa parrocchiale di Cassago Brianza

 

 logo dell'associazione No'hma

S. AGOSTINO TRA PAROLA E BIOGRAFIA

 

Attori: Massimo Cattaruzza Dorigo,

Arturo Di Tullio,

Teresa Pomodoro

Direzione artistica: Teresa Pomodoro

Luci di Luigi Manzoni

Maestro organista: M.░ Ottavia Caliandro

Coro: Corale Polifonica SS. Giacomo e Brigida diretta dal Maestro Vecerina

 

Da studi e ricerche su S. Agostino, filosofo e Padre della Chiesa, si propone una Lettura Scenica suggestiva e intensa.

Brani scelti tratti da: LE CONFESSIONI DIALOGO AGOSTINO - RAGIONE, passi dai SOLILOQUI TRATTATO SULLA BELLEZZA PREGHIERE

 

A seguire una degustazione del DOLCE DI SANT'AGOSTINO (nella ricorrenza del compleanno del Santo) presso il Salone della Scuola d'Infanzia

 

 

IL TREDICI NOVEMBRE RICORREVA IL MIO COMPLEANNO

"Dopo un pranzo tanto frugale che non impedý il lavoro della mente, feci adunare nella sala delle terme tutti coloro che non solo quel giorno, ma ogni giorno convivevano con me. S'era presentato come luogo appartato, adatto all'occorrenza. Partecipavano e non ho timore di presentarli per ora con i soli nomi alla singolare Tua benevolenza, prima di tutto mia madre Monica ai cui meriti spetta, come credo, tutto quello che sto vivendo, Navigio mio fratello, Trigezio e Licenzio miei concittadini e discepoli. Volli che non mancassero neanche Lastidiano e Rustico, miei cugini, sebbene non avessero frequentato neppure il maestro di grammatica. Ritenni che il loro buon senso fosse sufficiente all'argomento che intendevo trattare. Con noi era anche mio figlio Adeodato, il pi¨ piccolo di tutti. Egli ha tuttavia un ingegno che, salvo errore dovuto all'affetto, promette grandi cose."

 

Chi scrive queste righe Ŕ sant'Agostino. Ricorda cosý (De beata vita 1, 6) quello che accadde a Cassago il 13 novembre 386, quando era ospite nella villa di Verecondo assieme ai suoi amici e familiari. Da allora molti anni sono passati e il legame fra Agostino e Cassago ha continuato a generare per secoli nuove occasioni di crescita spirituale. E' dal 1631 che la ComunitÓ di Cassago ne celebra con solennitÓ la festa, dopo il suo intervento "miracoloso" in favore della popolazione durante la peste di manzoniana memoria. Come ricorda il Chronicon locale, in quella occasione fu proclamato Patrono del paese di Cassago, tanto pi˙, come scrisse il parroco don Filippo Balsamo, che si tramandava che il santo avesse soggiornato a Cassago, il romano rus Cassiciacum descritto nelle Confessioni. Alla fine di un anno che commemora i 1650 anni dalla nascita di Agostino, dopo il pellegrinaggio in terra d'Africa, il 13 novembre 2004, giorno del compleanno di Agostino, in chiesa parrocchiale Ŕ stato proposto uno spettacolo parateatrale con lettura di brani agostiniani realizzato dal Teatro No'hma di Milano in collaborazione con la Polifonica di Cassago. L'iniziativa, proposta dall'Associazione S. Agostino, ha avuto il sostegno e l'appoggio della Parrocchia, dell'Amministrazione Comunale e dell'Istituto Comprensivo di Cassago.