Percorso : HOME > Associazione > AttivitÓ > Scuola

2019:  Scuola

Le firme dei giovani studenti sul libro dei visitatori

Le firme dei giovani studenti sul libro dei visitatori

 

 

IN VISITA AL RUS CASSICIACUM

Classe V A della Primaria di Cassago

17 maggio 2019

 

 

 

Nella giornata di venerdý 17 maggio la classe V A della Scuola Primaria di Cassago Ŕ stata accompagnata in una visita ai luoghi del paese che hanno restituito testimonianze archeologiche della presenza romana. La prima attestazione Ŕ nota in localitÓ Crotto, dove fu scoperta una tomba gallo-romana del II secolo a. C.

Successivamente i ragazzi hanno visitato la localitÓ Pieguzza, un territorio dal cui suolo sono emerse moltissime testimonianze romane dall'etÓ repubblicana fino al IV-V secolo d. C. In questo luogo sono state rinvenute due vasche con la presenza di muri e abbondante ceramica sia popolare che signorile, solitamente collegate all'esistenza di una villa rustica. In questo luogo probabilmente si concludeva il tragitto percorso da Agostino e dal suo cenacolo quando si recavano nei campi e incontravano i contadini provenendo dalla villa di Verecondo.

Ripercorrendo il percorso i ragazzi si sono riportati a mezza costa nell'area del vecchio castro medioevale, dove con molta probabilitÓ sorgeva la villa di Verecondo.

 

I ragazzi sono stati quindi accompagnati nella visita al parco storico-archeologico sant'Agostino con la cornice di una bella giornata di sole, che ha stimolato l'attenzione e la curiositÓ dei visitatori. Qui i ragazzi hanno potuto conoscere gli elementi risalenti all'epoca romana pi¨ significativi conservati nel parco, che in qualche modo sono legati alla memoria locale del soggiorno di Agostino.

Una particolare attenzione Ŕ stata riservata ai reperti di etÓ romana e medioevale, che hanno consentito di fare ampi riferimenti alla descrizione della campagna romana quale appare dagli scritti di sant'Agostino, i Dialoghi, composti proprio in questi luoghi.

La visita Ŕ proseguita nella sede della Associazione, dove sono conservati alcuni dei reperti di etÓ romana che sono stati scoperti a Cassago e dove i ragazzi hanno potuto vedere a toccare gli innumerevoli frammenti di ceramica di etÓ romana.