Percorso : HOME > Cassiciaco > Ambrogio

sant'Ambrogio vescovo di Milano

Sant'Ambrogio: altorilievo nell'omonima Basilica

Sant'Ambrogio: altorilievo nell'omonima Basilica

 

 

Ambrogio vescovo di Milano

 

 

All'alba del 4 aprile 397 moriva Ambrogio vescovo di Milano.

La grandezza di quest'uomo, famoso per la sua eloquenza e la sua autoritÓ, era nota sino ai confini di tutto l'impero romano: "a Milano incontrai il vescovo Ambrogio - racconta Agostino - noto a tutto il mondo come uno dei migliori e tuo devoto servitore."

Ambrogio fu uomo di Stato e fu uomo di Chiesa, fu l'uomo di governo la cui azione ha contribuito a forgiare indelebilmente il corso della storia del IV secolo. Ambrogio fu dunque un protagonista di primo piano del suo secolo. E' naturale quindi ripensare alla sua attivitÓ in ragione non solo nel suo secolo ma pure per il fascino che esercit˛ sulla cristianitÓ per tutto il medioevo fino ai nostri giorni. Esemplare a questo riguardo Ŕ certamente il suo stretto rapporto con la Chiesa di Milano, che da sempre si Ŕ definita Chiesa ambrosiana: Chiesa milanese e Chiesa ambrosiana sono due termini infatti che vengono utilizzati indifferentemente per esprimere la medesima comunitÓ cristiana lombarda.

La figura di Ambrogio con Cassago ha un legame tutto particolare che passa attraverso Agostino. La conversione del grande retore africano, che una forte devozione lega a Cassago, l'antico rus Cassiciacum delle Confessioni, potÚ infatti realizzarsi grazie al suo "fatale" incontro a Milano con Ambrogio, le cui prediche e i cui colloqui personali riuscirono ad aprire il cuore e la mente di Agostino. Seguendo le sue vicende terrene e sperimentando la sua forte personalitÓ di uomo e di vescovo, potremo ripetere con Agostino: "Vi racconto di un altro testimone di Dio che io venero come un padre, per mezzo del Vangelo mi gener˛ in Cristo e per mezzo del suo servo ricevetti il battesimo che dÓ vita. Parlo del beato Ambrogio, io stesso ho sperimentato il suo amore per la fede, la costanza, i pericoli, le fatiche. Tutto il mondo romano, con me, non esita ad esaltarlo."

L'Associazione S. Agostino di Cassago, in occasione del centenario della morte, dal 6 dicembre 1996 fino a tutto il 1997 con una serie di iniziative, fra cui la Settimana Agostiniana, che non si sono limitate alla pura ricorrenza ma hanno cercato di allargare gli elementi di interesse per creare una specie di laboratorio culturale dove trovare stimoli per ripensare la storia del IV secolo e le esperienze religiose, filosofiche, sociali e politiche che vi si svolsero.