Percorso : HOME > Cassiciaco > Brianza Romana > Bulciago

brianza romana: Bulciago

Il masso avello presso il Santuario mariano di Bulciaghetto

Il masso avello presso il Santuario mariano di Bulciaghetto

 

 

BULCIAGO

 

 

 

 

 

Frazione Bulciaghetto

In localitÓ Campo dei Morti nei pressi del Santuario, in epoca imprecisata e comunque anteriormente al 1898, furono rinvenute due tombe, probabilmente con struttura di lastre di pietra, di cui si recuperarono "monetine, ossa, vasi ecc."

Il materiale Ŕ stato disperso e presumibilmente risale al IV sec. d. C.

 

 

Frazione Bulciaghetto, Santuario "ai Morti del Lavello"

Alla fine del 1800 in proprietÓ Galliani fu individuato un masso avello. La datazione Ŕ imprecisabile, forse di etÓ tardo romana o medioevale. Il manufatto si trova in situ.

 

 

Frazione Bulciaghetto, sagrato dell'Oratorio di Santo Stefano

Nel 1896 in proprietÓ Isella di fianco al sagrato furono portate alla luce durante lavori edili due tombe a inumazione, con struttura a cassa di lastre di pietra. dei corredi, di cui andarono perse le associazioni, furono recuperati i seguenti oggetti: una cuspide di lancia in ferro a foglia di salice, una fibbia di cintura decorata ad agemina, tre borchie in bronzo di cui due applicate a verghe di ferro pertinenti all'imbracciatura di due scudi, tutte e tre dorate e decorate a impressione con motivi triangolari.

Una spada ed un umbone in ferro andarono perduti al momento della scoperta. L'Oratorio risale alla fine dell'VIII-IX sec. d. C, mentre le tombe risalirebbero alla prima metÓ del VII sec. d. C.

 

 

Frazione Bulciaghetto, Oratorio di S. Stefano

Fu rinvenuta in data e modalitÓ imprecisate un'ara romana in serizzo dedicata a Mitra:

 

DIM

VARIA

Q F

SEVERA

VSLM

 

L'ara risalirebbe al II-III sec. d. C.

Si trova nel cortile della parrocchia.

 

 

Bulciago

Nella primavera del 193o in localitÓ imprecisata furono rinvenute due tombe durante lo scavo di un pozzo. Erano del tipo a cremazione, con struttura a tegoloni. Il corredo ceramico fu frantumato e disperso al momento della scoperta, mentre furono recuperati tre bracciali in bronzo con estremitÓ a testa di serpe. Probabilmente di etÓ tardo romana.

Collocazione sconosciuta.

 

 

Bulciago

In localitÓ Campolasco attorno al 1967 fu rinvenuto un coperchio si sarcofago in serizzo. Imprecisabile la datazione, forse di etÓ tardo romana o medioevale.

Custodito nel Museo di Erba.

 

 

Bulciago

All'incrocio della SS 342 con la via per Bulciaghetto nel 1987 venne localizzato un menhir con tracce di lavorazione, ma privo di decorazioni. Datazione imprecisabile. Il manufatto si trova in loco.

 

 

Bulciago

Lungo la SS 342 nel cortile della Ditta Alfa Chemicals Italiana, probabilmente proveniente dalle vicinanze, nel 1992 sono stati individuati due massi, uno dei qual serpentino, con traccia di lavorazione nella parte superiore.

Datazione imprecisabile. I manufatti sono in situ.