Percorso : HOME > Cassiciaco > Vexata quaestio > Amati

Amati: Dizionario Corografico

Scene dalla vita di sant'Agostino

Scene dalla vita di sant'Agostino

 

 

 

IL CASSICIACO DI SANT'AGOSTINO

Amati Amato

Estratto dal Dizionario Corografico d'Italia, 1875

 

 

 

L'Amati nel Dizionario Corografico d'Italia, pubblicato nel 1875-1876, alla voce Cassago, ricordando il soggiorno di sant'Agostino, scrive:

 

 

"In questo villaggio che ritiensi da alcuni essere l'antico Cassiciaco era la casa di Verecondo grammatico, nella quale sant'Agostino ed il figlio suo Adeodato si trattennero nell'autunno del 387 per ivi prepararsi al battesimo. Altri però ritengono che ciò sia avvenuto nel villaggio di Brianza, ed altri ancora in altri luoghi."

 

 

Amato Amati (Monza, 1831 - Milano, 1901) fu un geografo, storico e politico italiano ottocentesco. Laureatosi in lettere nel 1852, intraprese la carriera d'insegnante e la svolse in varie città lombarde e venete. Poligrafo e patriota, giovanissimo, partecipò ai moti di Lombardia del 1848, indi riparò a Torino e in Francia, dove compì gli studi universitarî; fu professore di scuole medie, preside, provveditore. Nel 1879 fu nominato provveditore agli studi di Cagliari. Scrisse varie opere patriottiche e lacune finalizzate alla abolizione della pena di morte.

Pubblicò numerosi lavori storico-geografici; l'opera di maggior mole è il Dizionario corografico d'Italia in 8 voll. (1875-86), ricca fonte d'accurate notizie.