Percorso : HOME > Editoria > Donato Calvi

Agostino: Donato Calvi

Immagine del libro dei Diari di Donato Calvi

La copertina del libro "Donato Calvi Diario (1649-1678)

 

 

 

 

DONATO CALVI

Diario  (1649-1678)

a cura di Marco Bernuzzi

Ateneo di Scienze, Lettere e Arti di Bergamo

Fonti n. 5

Editore Il Sestante, 2016

 

 

 

 

 

Donato Calvi (1613-1678), storico e letterato bergamasco, Ŕ l'autore dell'Effemeride sagro profana di quanto memorabile sia successo in Bergamo, sua diocese et territorio (1676-1678).

Nato l'11 novembre 1613 da una famiglia di umili origini (il padre e il nonno erano commercianti di zoccoli), Donato Calvi fu battezzato nella chiesa sul Belfante il 12 dello stesso mese. A 16 anni entr˛ nel convento di Sant'Agostino, ma Ŕ nella chiesa di San Michele che nel 1638 celebra la prima messa. Trascorre gran parte della sua vita a Bergamo e punti di riferimento sono sempre il convento e la chiesa del Pozzo Bianco.

Per la composizione dell'Effemeride Calvi attinse, tra le svariate fonti, anche a questo suo diario personale, che viene ora presentato in veste grafica elegante con testo a fronte tradotto. Si tratta di un prezioso strumento che il monaco agostiniano, fondatore tra l'altro dell'Accademia degli Eccitati, scrisse lungo l'arco di trent'anni, quale ausilio per la sua "Effemeride sagro profana". Gli accuratissimi indici dei nomi e dei luoghi che corredano il volume a stampa consentiranno a tutti di percorrere una parte della storia della cittÓ e del territorio.

La sua pubblicazione restituisce notizie, in parte inedite, relative al'autore, alla comunitÓ religiosa di S. Agostino di cui Calvi fu priore, e alla cittÓ di Bergamo, disposte in una cronaca temporale ricca di testimonianze su personaggi, luoghi ed eventi.

Affioramento di un genere memorialistico privato coltivato da cittadini, il Diario di Donato Calvi OSA contribuisce a valutare al meglio la sua opera maggiore a stampa e ad apprezzarne la posizione nel suo genere, tra storiografia barocca e nuova erudizione.

 

Il volume Ŕ stato presentato in occasione del quarto centenario dalla nascita di Padre Donato Calvi. L'Ateneo di Bergamo ha dedicato una giornata di studio DONATO CALVI (1613-1678), FONDATORE DELL'ACCADEMIA DEGLI ECCITATI, cui hanno preso parte Maria Mencaroni Zoppetti, che ha introdotto i lavori e successivamente:

Marco Bernuzzi, Donato Calvi, il diario ritrovato.

Clizia Carminati, Donato Calvi e Angelico Aprosio sulla scena letteraria secentesca, documenti inediti.

Roberto Belotti, Donato Calvi e i personaggi delle sue "storie" fra realistico spessore e magico incanto.

Lucio Avanzini, "Quarante e strÚe". La tradizione orale incontra Donato Calvi.

Erminio Gennaro, I luoghi e gli uomini dell'Accademia degli Eccitati.