Percorso : HOME > Cammino di sant'Agostino > Genova

Il Cammino di sant'agostino: verso Genova

Il percorso del Cammino di sant'Agostino fino a Genova

Il percorso del Cammino fino a Genova

 

 

IL CAMMINO PROSEGUE FINO A GENOVA

 

 

 

Seguendo una antica via percorsa dai pellegrini ripresa recentemente dai frati Agostiniani di Pavia, il Cammino si Ŕ arricchito di una ulteriore importante opportunitÓ di proseguire il percorso storico-spirituale agostiniano: si tratta del tratto in cresta agli Appennini dell'antichissima Via del Sale, da Genova a Varzi e poi proseguendo pi¨ a nord sino a Pavia.

Questo percorso ricorda la traslazione del corpo di Sant'Agostino da Genova sino alla basilica di di San Pietro in Ciel d'Oro, a Pavia, avvenuta nel secolo VIII per volontÓ del re longobardo Liutprando, che aveva riscattato il corpo del santo.

Le sue spoglie erano state trasportate a Cagliari in un luogo pi¨ sicuro rispetto a Ippona che subiva le continue incursioni di popoli barbarici dapprima e degli arabi poi.

Desiderando costruire la propria tomba in Pavia, Liutprando, per dare maggiore onore al proprio sepolcreto pens˛ di farsi seppellire accanto a una grande santo. L'occasione volle che la scelta cadesse su Agostino il cui corpo, conservato in Sardegna, stava per subire gli oltraggi delle invasioni saracene. Il re Liutprando, cerc˛ di riscattarle e pagato quanto richiesto per la reliquia, nel 730 fece trasportare via nave dalla Sardegna a Genova l'urna con i santi resti di Agostino e successivamente, con una degna processione devozionale lungo la citata Via del Sale la trasl˛ in direzione nord sino alla cittÓ di Pavia, ove era la sede del regno longobardo.

La Via del Sale Ŕ posta su un tracciato antichissimo che permetteva il trasporto del sale marino e delle merci lungo la rotta di comunicazione appenninica Genova-Pavia. Attraverso questa via transitavano merci provenienti da settentrione (soprattutto lana e armi), per raggiungere il porto di Genova; in direzione inversa veniva invece portato il prezioso sale indispensabile per l'alimentazione, la concia del cuoio e la conservazione dei cibi. Da Torriglia a Varzi il pellegrino viaggia quasi stabilmente in cresta alle cime appenniniche, godendo momenti di solitudine e panoramici di profonda intensitÓ emotiva.

L'aver unito in un unico percorso di pellegrinaggio le cittÓ di Genova, Milano e tutta la Brianza, utilizzando il meno possibile strade statali Ŕ davvero una grande e nuova opportunitÓ di turismo sostenibile, sotto il patrocino autorevole e benevolo del "Santo della Grazia".

La distanza complessiva del Cammino di Sant'Agostino diventa di 563 km (352 km circolari in Brianza - da Monza a Monza - 63 km da Monza a Pavia, 148 km da Pavia a Genova), con una durata aggiuntiva per l'intero tratto da Monza a Genova di sole sette giornate di cammino, o tre in mountain bike. La Brianza e le cittÓ di Milano e Pavia non sono mai state cosý vicine al mare di Genova, almeno come opzione di turismo sostenibile.

Auspichiamo davvero che questo spunto finale del Cammino di Sant'Agostino dia l'opportunitÓ a molti di concepire, per la prima volta nella propria vita, di poter raggiungere il mar Ligure dalla Lombardia solo con ausilio delle proprie gambe: non Ŕ mai troppo tardi.