Percorso : HOME > Iconografia > Cicli > Quattrocento > Ms. 1483 di Boston > Funerali di Patrizio

CICLo AGOSTINIANo della VITA SANCTI AUGUSTINI IMAGINIBUS ADORNATA

Funerali di Patrizio, immagine tratta dalla Vita sancti Augustini

Funerali di Patrizio

 

 

VITA SANCTI AUGUSTINI IMAGINIBUS ADORNATA

1450-1490

Ms. 1483, Boston, Public Library

 

Funerali di Patrizio

 

 

 

Patrizio Ŕ deposto nella bara col viso coperto e il corpo avvolto in un lenzuolo. Monica contempla desolata il marito assieme a un gruppo di persone. Un adolescente, forse Agostino o Navigio, guarda la scena portandosi la mano al petto: di fianco a Monica una giovane, forse la sorella di Agostino, osserva muta ed emozionata. Fra i suoi familiari c'Ŕ un grande segno di commozione, di grande contrizione, di tristezza e dolore per il luttuoso evento.

IBI PATRICIUS PATER AUGUSTINI SEPULTUS EST.

CAPITULUM UNDECIM

 

Agostino ne parla nelle Confessioni, nel libro nono, quando ripensa alla sua vita trascorsa con la madre e i genitori: "Finalmente guadagn˛ a te anche il marito, giÓ quasi al limite estremo della vita temporale: e in lui che ormai era credente non rimpianse ci˛ che aveva tollerato nel miscredente. Era poi la serva dei tuoi servi. Chi di loro l'aveva conosciuta, in lei rendeva lode e onore e amore a te, sentendo nel suo cuore la tua presenza, testimoniata dai frutti di una vita consacrata a te.

Era stata la moglie d'un solo uomo, aveva reso ai genitori il bene ricevuto, aveva retto con devozione la sua casa, a testimonio aveva le sue buone opere. Aveva allevato dei figli, partorendoli di nuovo ogni volta che li vedeva allontanarsi da te. Infine di tutti noi, Signore, che possiamo per tuo gratuito favore dirci servi tuoi, e ricevuta la grazia del tuo battesimo vivevamo giÓ in una nostra comunitÓ, al tempo in cui ancora lei non s'era addormentata in te, di tutti noi si prese cura quasi fossimo tutti figli suoi, e quasi fosse figlia di noi tutti ci servý."

AGOSTINO, Confessioni, 9, 9, 22