Percorso : HOME > Iconografia > Pittori > Elenco > Cinquecento: Gaspare Sacchi

PITTORI: Gaspare Sacchi

Sacra Famiglia con Agostino, san Nicola da Tolentino e altri santi

Sacra Famiglia con Agostino, san Nicola da Tolentino, altri santi

 

 

SACCHI GASPARE

1521-1523

Faenza, chiesa santa Maria ad Nives

 

Sacra Famiglia con Agostino, san Nicola da Tolentino, altri santi e committente

 

 

 

Questa tempera su tavola delle dimensioni di 2,4 x 1,8 m si trova nella chiesa di santa Maria ad Nives a Faenza nel ravennate. L'opera venne eseguita da Gaspare Sacchi, un pittore nativo di Imola, fra il 1521 e il 1523. Chi lo commission˛ fu un certo Carlo Bonaccorsi agiato signore faentino, che si fece ritrarre in atteggiamento orante assieme alla moglie ai piedi della Vergine con il Bambino.

In piedi, alle spalle della Vergine, si notano alcuni santi, fra cui di distinguono, sulla sinistra e al centro, Agostino e san Nicola da Tolentino, Quest'ultimo porta i suoi caratteristici simboli di riconoscimento: un sole raggiato visibile sulla veste e un giglio fra le mani. Al suo fianco si nota la forte presenza di Agostino vestito da vescovo che lancia una sguardo profondo a san Nicola, che a sua volta lo ricambia.

La struttura della pala di Sacchi Ŕ abbastanza complessa e utilizza dinamicamente la numerosa presenza di personaggi che si affollano attorno alla scena principale della Vergine adorata dai committenti. I vari personaggi vivacizzano l'episodio narrato attraverso un evidente dialogo fra i diversi santi che si materializza negli sguardi incrociati e nei movimenti che si avvitano su se stessi. La stesura del colore, che predilige contrasti dinamici di luce, accentua l'espressione dei visi.

Lo stile della pala risente delle influenze che il pittore conobbe, in particolare dei ritratti degli Zagarelli e del puntiglioso realismo nelle fisonomie del pittore fiorentino Piero di Cosimo, Quest'opera si inserisce nel suo naturale percorso artistico che lo vede impegnato in questi anni nella produzione di una pala oggi a Brera, ma in origine nella chiesa di san Francesco a Bologna, e lo sposalizio della vergine alla pinacoteca di Imola che sono fortemente impregnate della cultura toscana alla ricerca di ritmi pi¨ eleganti e armonici.

 

 

Sacchi Gaspare

Pittore nato a Imola, fu attivo soprattutto in Romagna fra il 1517 e il 1536. Il suo stile eclettico Ŕ spesso caratterizzato dalla ripetitivitÓ di stilemi e tipologie. La sua arte risente dell'influsso di Innocenzo da Imola e Gerolamo Genga. Fra le sue opere principali ricordiamo una Adorazione dei Magi del 1521, conservata a Milano, nella Pinacoteca di Brera; uno Sposalizio della Vergine del 1529, conservato nella Pinacoteca di Imola; e una Sacra famiglia e santi del 1536, a Cesena, presso la badia del Monte.