Percorso : HOME > Iconografia > Pittori > Elenco > Ottocento: Maestro di Guadalajara

PITTORI: Maestro di Guadalajara

Sant'Agostino vescovo e cardioforo

Sant'Agostino vescovo e cardioforo

 

 

MAESTRO DI GUADALAJARA

1854

Guadalajara, Cattedrale dell'Assunzione di Maria Santissima

 

Sant'Agostino vescovo e cardioforo

 

 

 

Questa statua diu sant'Agostino Dottore della Chiesa che tiene fra le mani un cuore fiammante si trova nella Cattedrale dell'Assunzione di Maria Santissima   a Guadalajara, nella regione di Jalisco in Messico.

Il santo Ŕ seduto una cattedra con lo sguardo estatico rivolto verso l'alto. Con la mano sinistra tiene fermo sulla gamba sinistra un grosso libro aperto. Con la mano destra regge un cuore fiammante, simbolo assai diffuso nella sua iconografia.

Il santo indossa la tunica dei monaci agostiniani con la cintura di cuoio che gli pende dalla cintola.

 

La Cattedrale di Guadalajara Ŕ stata costruita in stile rinascimentale spagnolo, con campanili neo-gotici.

La prima cattedrale fu costruita nel 1541 sul luogo del Templo de Santa Maria de Gracia. Questa chiesa primitiva venne costruita con mattoni e un tetto di paglia. GiÓ nel 1548 la regione fu tuttavia dichiarata diocesi dalla Santa Sede per cui la chiesa divenne la cattedrale della cittÓ. Nel 1574, durante la Messa, alcuni dei proiettili caddero sulla cattedrale e la bruciarono, danneggiando gravemente l'edificio. Fu necessario avviare la costruzione di una nuova chiesa che fu progettata dal maestro architetto MartÝn Casillas. Per la scarsitÓ dei fondi la nuova cattedrale fu completata solo nel 1618. I terremoto del 1818 ha successivamente provocato la caduta delle torri e della cupola. Ricostruite nuovamente, il successivo terremoto del 1849 le fece crollare ancora. Le nuove torri furono progettate dall'architetto Manuel Gomez Ibarra e completate nel 1854. Papa Pio XII ha elevato la cattedrale al rango di Basilica Minore. La cattedrale Ŕ stata nuovamente danneggiata dai terremoti nel 1932, 1957, 1979, 1985, 1995 e 2003. La cattedrale contiene altari dedicati alla Madonna Assunta, alla Madonna di Guadalupe, alla Madonna Addolorata, alla Madonna di Zapopan (patrona di Guadalajara), a San Domenico, a San Nicola, a San Tommaso d'Aquino, a san Cristoforo e a San Giovanni di Dio. L'altare Ŕ in marmo e argento. La cattedrale ospita le reliquie di S. Innocente, i resti di tre cardinali e diversi altri ex vescovi della diocesi.

 

Tu stesso ci avevi folgorati con le frecce del tuo amore, e portavamo conficcati nel ventre gli arpioni delle tue parole e gli esempi dei tuoi servi, che da oscuri avevi reso splendidi e da morti, viventi. Bruciavano ammassati nel fondo della mente divorando la sua pesantezza e il torpore, per impedirci di scendere in basso, ed era un tale incendio che tutto il fiato soffiatoci contro dalle subdole lingue l'avrebbe ravvivato, non estinto. Tuttavia nel tuo nome, che hai reso sacro per tutta la terra, il nostro proponimento avrebbe certamente incontrato il plauso di alcuni, e quindi poteva sembrare ostentazione non aspettare quel poco che mancava alle vacanze, e congedarsi prima da un pubblico ufficio che era sotto gli occhi di tutti in modo da attirare sulle mie azioni l'attenzione universale. Cosý, se avessi dato l'impressione di non voler neppure attendere il termine tanto prossimo dei corsi, avrebbero molto chiacchierato, e sarebbe parso che volessi farmi notare. E a che pro favorire congetture e discussioni sui miei intenti e oltraggi al nostro bene?

AGOSTINO, Confessioni 9, 2, 3