Percorso : HOME > Iconografia > Pittori > Elenco > Quattrocento: Maestro di Los Balbases

PITTORI: Maestro di Los Balbases

Sant'Agostino vescovo e san Francesco

Sant'Agostino vescovo e san Francesco

 

 

MAESTRO DI LOS BALBASES

1480-1500

Sitges, Museo Maricel

 

Sant'Agostino vescovo e san Francesco

 

 

 

Questa tavola, una tempera su legno, che raffigura sant'Agostino vescovo e san Francesco Ŕ attribuita al cosiddetto Maestro di Los Balbases, che la dipinse fra la fine del XV e gli inizi del XVI secolo in Castiglia.

A destra Ŕ dominante la figura di san Francesco ritratto in un episodio importante dal punto di vista iconografico. La sua stigmatizzazione costituisce senz'altro il passaggio pi¨ importante della sua vita e uno dei pi¨ popolari eventi che lo contraddistinguono. La celebre stigmatizzazione che lo colse Ŕ qui colta nella sua eccezionalitÓ: l'impressione improvvisa delle sacre ferite di Cristo sul corpo, sulle mani, sui piedi  del santo ebbe luogo in occasione della festa dell'Esaltazione della Croce del 1224. A sinistra Ŕ raffigurato un giovane Agostino in un classico esempio iconografico che lo vede vescovo e padre della Chiesa. In questo caso l'artista lo ha dipinto con un volto di mezza etÓ e imberbe. Indossa i paramenti episcopali, con la mitra in testa e il nimbo sottile cha la avvolge. Con la mano destra brandisce il bastone pastorale mentre con la sinistra regge il modello di una chiesa, di cui viene considerato fondatore.

In contrasto con la semplicitÓ della tonaca di Francesco il piviale di Agostino rivela una eleganza e ricchezza di finiture proprie dei prelati del tempo.

 

L'opera Ŕ conservata a Sitges nel Museo Maricel, un complesso artistico e monumentale costruito tra il 1910 e il 1918 dall'ingegnere e artista Miquel Utrillo (1861-1934). La costruzione fu commissionata dal magnate, filantropo e collezionista americano Charles Deering (1852-1927). Il Museo Maricel propone un itinerario artistico che spazia dal X secolo fino al realismo della prima metÓ del XX secolo. Vi si possono ammirare le collezioni d'arte del Dr. Jes˙s PÚrez-Rosales e della Villa de Sitges. Al secondo piano dell'edificio la visita propone sculture e pale d'altare appartenenti al periodo romanico e gotico. Il piano terra comprende quattro aree tematiche. Nella vecchia cappella gotica dell'Ospedale di san Giovanni e nella sala adiacente si pu˛ ammirare un panorama spettacolare che vi volge al mare.