Percorso : HOME > Iconografia > Pittori > Elenco > Seicento: Giuseppe Laudati

PITTORI: Giuseppe Laudati

Estasi di sant'Agostino di Giuseppe Laudati nella chiesa di sant'Agostino a Cortona

Estasi di sant'Agostino

 

 

GIUSEPPE LAUDATI

1690-1695

Cortona, chiesa di sant'Agostino

 

Estasi di sant'Agostino

 

 

 

La tela di Giuseppe Laudati che si conserva nella chiesa di sant'Agostino a Cortona, oggi trasformata in sala convegni, Ŕ un'opera che richiama una analoga composizione di van Dyck che Ŕ oggi conservata al Museo Reale di Anversa.

Laudati ha messo un tocco di personalitÓ eseguendo una copia simmetrica dell'originale, spostando a destra ci˛ che era a sinistra. Il tema affrontato da Laudati segue un filone diffuso nel secolo: Agostino, in compagnia della madre, rivolge lo sguardo al cielo, aiutato da alcuni angeli che lo prendono per mano. In alto appare la visione di Cristo e della TrinitÓ in un festoso movimento di angeli.

Questo soggetto Ŕ stato ripreso da diversi altri autori, fra cui Jean Erasme Quellin a Bruges, Miguel de Santiago a Quito e Murillo a Siviglia. La composizione originaria la dobbiamo a Van Dick che ricevette l'incarico di dipingere questa tela nel 1628 e fu la sua prima pala d'altare eseguita dopo il ritorno nelle Fiandre dall'Italia. Questa tela gli diede grande rinomanza e questa copia cortonese ne Ŕ un esempio. Il dipinto Ŕ di buona fattura con gli incarnati e le espressioni del viso molto accurate e ben fatte.

 

 

D. Augustinus in intentissimo Dei amore positus ter a Domino interrogatur: 'Augustine amas me ? ' Cum ille: ita amo Te, ut si ego Deus forem, vellem ego fieri. Il dialogo Ŕ tratto da Giovanni XXI e ricorda l'interrogatorio di Pietro. Si legge anche che un uomo di molta pietÓ in un'estasi vide tutti i santi, ma per quanto cercasse, non riusciva a vedervi S. Agostino. Ne domand˛ la ragione ed il santo cui si era rivolto gli disse: - Agostino Ŕ nel pi¨ alto dei cieli e contempla la Santissima TrinitÓ.

 

JACOPO DA VARAGINE, Legenda Aurea, 9

CORNELIUS LANCELOTZ, Vita Augustini, Anversa 1616

 

 

Giuseppe Laudati

Nasce a Corciano verso il 1660. La sua formazione artistica matur˛ a Perugia nella bottega di Pietro Montanini. In seguito si rec˛ a Roma dove conobbe Carlo Maratta di cui divenne allievo e collaboratore. Il suo stile lo pone fra i pittori del tardo periodo barocco italiano. Morý a Perugia nel 1737.