Percorso : HOME > Iconografia > Pittori > Elenco > Seicento: Maestro di Sanarica

PITTORI: Maestro di Sanarica

La Vergine con i santi Monica e Agostino in una tela a Sanarica

La Vergine con i santi Monica e Agostino

 

 

MAESTRO DI SANARICA

XVII secolo

Sanarica, chiesa dell'Annunziata

 

La Vergine con i santi Monica e Agostino

 

 

 

Il quadro che raffigura Santa Monica accanto alla Vergine che tiene in braccio il Bambino, con Agostino ai loro piedi si trova nella chiesa dell'Annunziata a Sanarica. Fu nell'anno 1620 che la Confraternita dell'Annunciazione decise di fondare una chiesa in questa cittÓ, chiesa che venne migliorata nel 1625 con le oblazioni dei fedeli del Comune.

La chiesa dell'Annunziata si trova lungo la strada che da Sanarica porta a Giuggianello e forma una unica struttura con la preesistente chiesa di San Basilio Vescovo. L'edificio sacro presenta due entrate e alla destra di quella principale, esternamente, si pu˛ ammirare un piccolo calvario. Sulla porta maggiore si trova una nicchia dove Ŕ riposta la statua della Madonna e dell'Arcangelo Gabriele, scolpiti in pietra leccese. Originariamente il tetto era costituito da tavole, poi nel 1765 fu rinnovato a spese dei confratelli e di alcune persone devote di Sanarica.

In questa chiesa Ŕ oggetto di pietÓ popolare una statua della Madonna Annunziata, costruita a Napoli, nel 1701, sempre a spesa dei confratelli, statua che in alcune occasioni assume il titolo di Madonna Addolorata.

L'interno della chiesa si presenta ad una sola navata: sui lati ci sono alcune cappelle, dove fino al 1874 erano collocati tre altari. Su uno di questi si trova la tela in questione che raffigura la Madonna con Bambino e Santi, fra cui Monica e Agostino, databile ai primi anni del XVII secolo per la presenza dei moduli tipici della pittura tardo cinquecentesca.

La Vergine Ŕ seduta e tiene in braccio il Bambino Ges¨, accanto sta Santa Monica, in posa devota, che Ŕ stata raffigurata in abiti monacali.

Alle loro spalle si nota un tavolo ricoperto da una tovaglia decorata a motivi geometrici, su cui Ŕ posta una cesta ricolma di mele rosse. La figura in secondo piano Ŕ un San Giuseppe in assorta preghiera.

In alto il cielo sembra squarciato da una forte luce che accompagna, in una festa di angeli, la discesa della colomba bianca, simbolo dello Spirito Santo. In basso, al margine sinistro della tela, si pu˛ osservare una figura a mezzo busto di un santo vescovo che raffigura un sant'Agostino, barbuto, dall'aspetto abbastanza giovanile con tutti i suoi attributi episcopali. Sotto il mantello di nota l'abito nero dei monaci agostiniani. Di fianco alla Vergine e al Bambino se ne sta tutta compunta santa Monica con le mani appoggiate al petto in segno di devozione. La santa indossa un mantello scuro che ricorda l'abito delle monache agostiniane.