Percorso : HOME > Iconografia > Pittori > Elenco > Settecento: Maestro di Corinaldo

PITTORI: Maestro di Corinaldo

Agostino in estasi di anonimo pittore

Agostino in estasi

 

 

MAESTRO DI CORINALDO

sec. XVIII

Corinaldo, sacrestia della chiesa di Sant'Agostino

 

Agostino in estasi

 

 

 

L'affresco Ŕ conservato nella Sacrestia della chiesa di sant'Agostino a Corinaldo nell'entroterra marchigiano. La scena Ŕ particolarmente intensa: un angioletto sulla sinistra regge in mano una cintura e un libro, mentre Agostino inginocchiato e con la mani giunte in preghiera volge lo sguardo in alto verso un giovane (Ges¨), che ha in mano un cuore fiammante, il simbolo agostiniano per eccellenza.

L'espressione di Agostino Ŕ rapita, quasi fosse in estasi nella contemplazione della divinitÓ. Per questo non gli servono pi¨ nÚ mitra nÚ bastone pastorale, che ha abbandonati per terra.  

 

D. Augustinus in intentissimo Dei amore positus ter a Domino interrogatur: 'Augustine amas me ? ' Cum ille: ita amo Te, ut si ego Deus forem, vellem ego fieri. Il dialogo Ŕ tratto da Giovanni XXI e ricorda l'interrogatorio di Pietro.

Si legge anche che un uomo di molta pietÓ in un'estasi vide tutti i santi, ma per quanto cercasse, non riusciva a vedervi S. Agostino. Ne domand˛ la ragione ed il santo cui si era rivolto gli disse: - Agostino Ŕ nel pi¨ alto dei cieli e contempla la Santissima TrinitÓ.

JACOPO DA VARAGINE, Legenda Aurea, 9

 

CORNELIUS LANCELOTZ, Vita Augustini, Anversa 1616