Percorso : HOME > Iconografia > Pittori > Elenco > Settecento: Malinconico Carlo

PITTORI: Malinconico Carlo

Agostino vescovo e Dottore della Chiesa

Agostino vescovo e Dottore della Chiesa

 

 

CARLO MALINCONICO

1740-1749

Gallipoli, Basilica Cattedrale di Sant'Agata

 

Agostino vescovo e Dottore della Chiesa

 

 

 

Il dipinto raffigura sant'Agostino vescovo e Dottore della Chiesa. Realizzata con la tecnica ad olio su tela da Carlo Melanconico, l'opera misura m 2,50 in altezza.

Figlio del pi¨ celebre Nicola, un seguace di Giordano, che ai suoi tempi godette di grande fama, Carlo Malinconico Ú invece noto soprattutto, perchÚ collaboro alla realizzazione del vasto programma decorativo, diretto dal padre, per il Duomo di Gallipoli. Sue sono le tre tele sul soffitto della navata mediana, cosý come i dodici riquadri tra i finestroni con i Miracoli di S. Agata. Dipinse anche la tela con la raffigurazione del Martirio e la Glorificazione della Santa e, ancora, nel presbiterio, i grandi teleri alle pareti e nella volta che raffigurano rispettivamente Ges¨ che entra in Gerusalemme, il Seppellimento di sant'Agata, il Miracolo del paralitico.

 

Carlo Malinconico

Di origini napoletane, Malinconico nacque nel 1705 nel periodo del tardo-barocco. Figlio dei pittore Nicola Malinconico, fu l'unico a seguire la professione del padre senza per˛ mai raggiungerne la notorietÓ. Importante fu la sua collaborazione nella realizzazione delle nove tele per la Cattedrale di Gallipoli. Suo Ŕ l'affresco sulla cupola raffigurante il Martirio di Sant'Agata. Nel 1734 esegue gli affreschi per la chiesa di san Donato a Orta di Atella dove raffigura episodi della vita della Vergine. Nella chiesa di santa Maria ad Ogni Bene dei Sette Dolori sono conservano due sue tele firmate che hanno per soggetto I Miracoli di san Pellegrino Laziosi.