Percorso : HOME > Associazione > Settimana agostiniana > Settimana 1993

settimana agostiniana 1993: i romani a cassago

 formella del rus Cassiciacum in san Pietro in Ciel d'Oro a Pavia benedetta da papa Benedetto XVI nel 2007 che raffigura cassago Brianza

Settimana 1993: vaso di etÓ romana (localitÓ Pieguzza)

 

 

 

I ROMANI A CASSAGO

 

 

 

La Settimana 1993 Ŕ dedicata a un capitolo importante della vita di Agostino: la sua presenza a Cassiciaco nei poderi e nella villa dell'amico Verecondo. L'eccezionalitÓ di questo luogo Ŕ ricordata da Agostino stesso nel nono libro delle Confessioni, quando lo paragona al "paradiso".

Qui Agostino nel 386-387 d. C. trascorse diversi mesi prima di ricevere il battesimo, qui sorgeva la villa dell'amico Verecondo che lo ospit˛ assieme alla madre, al figlio, al fratello ed agli amici africani, qui si svolsero le discussioni narrate nel Contra Academicos, nel De Ordine, nel De Beata Vita, nel De Quantitate Animae, qui Agostino scrisse i Soliloquia. Questo luogo nel IV secolo d. C. si chiamava rus Cassiciacum: oggi si chiama Cassago Brianza. La Settimana a questo riguardo ha introdotto importanti novitÓ e un radicale aggiornamento dell'intera questione. Un aggiornamento che Ŕ tanto pi¨ significativo in quanto per la prima volta viene affrontato con ricchezza di indagini e di risultati l'aspetto archeologico, il solo che possa completare con una parola definitiva ed esaustiva gli innumerevoli contributi linguistici, toponomastici e storici di oltre due secoli di studi. Questo aspetto archeologico Ŕ fondamentale, perchÚ permette di verificare concretamente la storicitÓ del rus Cassiciacum e quali sono le condizioni necessarie per la sua identificazione, compensando e superando in tal modo gli intrinseci limiti della "tradizione", della storiografia e della linguistica. Questo Ŕ stato in effetti l'obiettivo principale del Convegno "I Romani a Cassago" svoltosi dal 2 al 4 settembre 1994 a Cassago con il patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Como e dell'Amministrazione Comunale locale, durante il quale sono stati presentati contributi di numerosi studiosi, che hanno analizzato in modo unitario il significato delle scoperte archeologiche di Cassago. Le relazioni hanno finalmente definito un quadro storico generale da cui emerge prepotentemente il rus Cassiciacum e tutto il lungo cammino che ha accompagnato le sue vicende storiche a partire dai primi insediamenti nel neolitico nel 3000 a. C. circa, attraverso l'etÓ gallo-celtica, fino all'etÓ romana, repubblicana, imperiale e tardo barbarica. I dati archeologici confermano quanto la "tradizione" aveva sempre sostenuto: Cassago Ŕ l'odierno rus Cassiciacum.

Grande attenzione Ŕ stata riservata alla analisi dei testi agostiniani, che ricordano in vario modo la villa di Verecondo, l'ambiente, il paesaggio, le abitudini del rus Cassiciacum. Si tratta di una fresca testimonianza di un'esperienza spirituale che rimase vivissima nel cuore e nei ricordi di Agostino: spetta a noi rinnovarne l'intensitÓ emotiva e l'entusiasmo, spetta a noi in particolare tramandarlo in perpetuo, a noi che una benevole provvidenza ha fatto nascere e ha permesso di vivere proprio nel rus Cassiciacum, lÓ dove sono maturate le grandi linee del pensiero teologico di tutto il mondo occidentale.

 

 

programma della settimana agostiniana 1993

 simbolo   Venerdý 27 agosto: 9.00: S. Messa solenne in onore di S. Monica
 simbolo   Sabato 28 agosto: 9.00: S. Messa in onore del patrono Agostino
 simbolo   Giovedý 2 settembre: 20.30: La seconda vasca di etÓ romana scoperta alla Pieguzza
relatrice dott. sa Isabella Nobile archeologa Museo di Como
21.30: Il paesaggio della Brianza in etÓ romana

relatore prof. Lanfredo Castelletti Direttore Museo Giovio di Como

 simbolo   Venerdý 3 settembre: 20.30: La villa di Verecondo nei Dialoghi di Agostino

relatore prof. Luigi Beretta

21.30: I manufatti litici di Cassago

relatore p. Mario Viscardi archeologo

22.00: Cronaca delle prime scoperte archeologiche a Cassago

comunicazione di Fiorenzo Moreschi

 simbolo   Sabato 4 settembre: 15.00: L'epigrafia del Rus Cassiciacum

relatrice prof. Giuseppina Besana

16.00: Aspetti della RomanitÓ di Cassago

comunicazione del prof. Davide Pace archeologo

17.00: La tomba del Crotto

comunicazione del prof. Mario Mirabella-Roberti

 simbolo   Domenica 5 settembre: 10.30: S. Messa Solenne celebrata da mons. Teresio Ferraroni
 

vescovo emerito di Como in occasione della 363 Festa in onore del

patrono S. Agostino con offerta della lampada da parte del Sindaco

a nome della ComunitÓ di Cassago