Percorso : HOME > Iconografia > Cicli iconografici agostiniani > Novecento

CICLI ICONOGRAFICI AGOSTINIANI del Novecento

Il ciclo di vetrate di Bessac nella Basilica di sant'Agostino a Ippona l'odierna Annaba Il ciclo di pitture di Vilasco nella Cappella di sant'Agostino a Cassago Il ciclo di sant'Agostino nella porta di bronzo della chiesa parrocchiale di Ried Il ciclo di Adelaido Polo a l'Escorial presso Madrid Il ciclo iconografico di Espandriu nella chiesa di sant'Agostino a Madrid Il ciclo di Pablo Puchol nel convento dei Filippini a Valladolid Il ciclo di Giuseppina Pansini nella chiesa di S. Agostino a Giovinazzo Il ciclo agostiniano nella chiesa di S. Agostino a Cava Manara Vetrate del ciclo agostiniano nella chiesa del Sacro Cuore a Douarnenez Vetrate di un ciclo agostiniano nella chiesa di S. Nicola a Hosingen Vetrate del ciclo agostiniano nella chiesa di S. Agostino a Limerick Vetrate del ciclo agostiniano nella chiesa di S. Agostino a Dublino Dipinti del ciclo agostiniano nella Basilica di Notre dame d'Afrique a Algeri Localizzazione dei cicli agostiniani in Europa nel Novecento

Mappa dei cicli iconografici agostiniani del Novecento

 

 

 

CICLI ICONOGRAFICI AGOSTINIANI NEL NOVECENTO

 

 

 

Nel 1926 si fonda la provincia del SS. Nome di Ges¨ in Spagna a seguito dello smembramento di quella delle Filippine. Nel 1941, quella di Chicago, per smembramento di quella di S. Tommaso da Villanova negli Stati Uniti. Nel 1952, quella dell'Australia, per smembramento di quella d'Irlanda. Nel 1967, quella del Canada, per smembramento di quella di Germania.

Nel 1968, infine, quella di California, per smembramento ulteriore di quella di S. Tommaso da Villanova. Inoltre, al principio del secolo XX, venne reimmessa sotto la giurisdizione immediata del priore generale l'abbazia di Brno in Cecoslovacchia, la comunitÓ del celebre Giovanni Gregorio Mendel. Furono create due nuove assistenze: quella dell'America latina nel 1965, per suddivisione di quella della Spagna, e nel 1968 quella del Nord America, per suddivisione di quella di lingua inglese, e in quest'ultima venne inclusa pure la provincia del Canada.