Percorso : HOME > Iconografia > Pittori > Elenco > Duemila: Beserraga Daniele

PITTORI: Beserraga Daniele

Agostino cardioforo fra i suoi frati agostiniani, opera di Baserraga a Cuzco

Agostino cardioforo fra i suoi frati agostiniani

 

 

BESERRAGA DANIELE

2005

Chiesa di Ocongate a Cuzco

 

Agostino cardioforo fra i suoi frati agostiniani

 

 

 

 

La comunitÓ agostiniana di Cuzco ha prodotto questo bel quadro che mostra Agostino nella sua qualitÓ di padre della grande famiglia dei monaci agostiniani. Il suo largo mantello si apre a coprire l'orizzonte ed abbraccia tutti i frati in cocolla nera, fra cui si distingue alla sua destra l'immagine di San Nicola da Tolentino. Agostino, con la cocolla e la cintura al fianco, regge con le mani il cuore fiammante e la chiesa di Cuzco. Una folta barba riempie il suo viso giovanile, mente in testa porta il segno della sua dignitÓ episcopale.

Dello stesso autore Ŕ nota una bella rappresentazione del miracolo dei pani di san Nicola con la presenza di Agostino e Monica.

 

Tu stesso ci avevi folgorati con le frecce del tuo amore, e portavamo conficcati nel ventre gli arpioni delle tue parole e gli esempi dei tuoi servi, che da oscuri avevi reso splendidi e da morti, viventi. Bruciavano ammassati nel fondo della mente divorando la sua pesantezza e il torpore, per impedirci di scendere in basso, ed era un tale incendio che tutto il fiato soffiatoci contro dalle subdole lingue l'avrebbe ravvivato, non estinto. Tuttavia nel tuo nome, che hai reso sacro per tutta la terra, il nostro proponimento avrebbe certamente incontrato il plauso di alcuni, e quindi poteva sembrare ostentazione non aspettare quel poco che mancava alle vacanze, e congedarsi prima da un pubblico ufficio che era sotto gli occhi di tutti in modo da attirare sulle mie azioni l'attenzione universale. Cosý, se avessi dato l'impressione di non voler neppure attendere il termine tanto prossimo dei corsi, avrebbero molto chiacchierato, e sarebbe parso che volessi farmi notare. E a che pro favorire congetture e discussioni sui miei intenti e oltraggi al nostro bene?

AGOSTINO, Confessioni 9, 2, 3