Percorso : HOME > Iconografia > Pittori > Elenco > Novecento: Antonio MartÝnez Penella

PITTORI: Antonio MartÝnez Penella

Sant'Agostino vescovo e cardioforo a madrid nella chiesa di santa Rita

Sant'Agostino vescovo e cardioforo

 

 

PENELLA ANTONIO MARTINEZ

1958

Madrid, chiesa di Santa Rita

 

 

Sant'Agostino vescovo e cardioforo

 

 

 

Il rilievo che raffigura sant'Agostino vescovo e cardioforo si trova nella chiesa degli agostiniani Recolletti dedicata a santa Rita a Madrid. E' stato realizzato dallo scultore spagnolo Antonio MartÝnez Penella in occasione della costruzione della chiesa. L'opera di Penella propone una immagine classica del santo: Agostino Ŕ vestito da vescovo con in testa la mitra e fra le mani il bastone pastorale. La sua inesauribile verve letteraria a servizio della ortodossia e della dottrina della Chiesa cattolica Ŕ simbolizzata dalla penna e dal libro che stringe fra le mani contro il petto. Nella mano sinistra Agostino regge un cuore fiammante, un ulteriore simbolo che connota il santo rivelando il suo inesauribile amore per Dio. il santo esprime una grande dolcezza nel suo volto, tutto intento in una profonda riflessione mentre guarda il cuore fiammante. Una folta barba riccioluta gli scende dal mento fin sul petto.

La chiesa madrilena di santa Rita Ŕ stata edificata dagli Agostiniani Recolletti della Provincia di San Nicola da Tolentino. Presenti nelle Filippine, cosý pure in modo significativo in Messico e in Inghilterra, tuttavia Ŕ la Spagna il centro di formazione religiosa specialmente in Navarra a Muddy, Monteagudo e Marcilla e pi¨ recentemente in Hondarribia. Nel 1952 il Consiglio Provinciale approv˛ l'istituzione di un insediamento a Madrid. Il Priore provinciale si incontr˛ con JosÚ MarÝa GarcÝa Lahiguera, vescovo ausiliare e vicario generale della diocesi di Madrid per visitare il luogo dove sarebbe sorto il nuovo insediamento, situato in una zona allora in fase di sviluppo nel quartiere di Madrid, al confine con la City University. Nel 1953 inizi˛ la costruzione della grande residenza dei religiosi, su progetto degli architetti Antonio Vallejo Alvarez e Ramon Ramirez de Dampierre, che hanno proposto un edificio di grandi dimensioni con facciata piana, in mattoni rossi, con finestre geometricamente disposte e incorniciate in granito grigio.

Questa scelta stilistica, sia pur lontanamente, evocava l'antico convento dei Recoletos che sorgeva sul sito dell'attuale Biblioteca Nazionale, che l'Ordine aveva dovuto lasciare dopo la confisca di Mendizabal nel XIX secolo. All'intersezione delle due vie Gaztambide e Cea Berm˙dez, l'edificio presenta anche una torre alla cui base una nicchia ospita un rilievo in pietra bianca di Colmenar de Oreja scolpita da Antonio Martinez Penella. Il rilievo raffigura il busto di sant'Agostino vescovo e dottore.

Nato nel 1927, questo scultore ha operato soprattutto in Spagna e a Madrid in particolare. Sue sono le sculture che adornano la chiesa di santa Rita a Madrid sia all'interno che nella facciata esterna dell'edificio.