Percorso : HOME > Iconografia > Cicli > Seicento > Ceneda

CICLo AGOSTINIANo di Bambini Nicol˛ a Ceneda

Agostino offre il suo cuore alla Vergine e al Bambino

Agostino offre il suo cuore alla Vergine e al Bambino

 

 

BAMBINI NICOLO'

1687

Ceneda di Vittorio Veneto, chiesa S. Maria Maggiore

 

Agostino offre il suo cuore alla Vergine e al Bambino

 

 

 

Gli affreschi sono stati dipinti dal pittore veneziano Nicol˛ Bambini (1651-1739) nell'anno 1687 per la chiesa di santa Maria Maggiore a Ceneda di Vittorio Veneto. La chiesa sorge annessa al Collegio di san Giuseppe.

La scena qui presentata Ŕ piuttosto complessa nella sua organizzazione generale, con una notevole molteplicitÓ di personaggi, che tuttavia concorrono a definire con magnificenza l'episodio principale che Ŕ l'offerta che Agostino fa del proprio cuore alla Vergine e al Bambino Ges¨ assiso sul grembo della madre. Una folta popolazione di angeli assiste alla scena volteggiando per ogni dove nel cielo e sulla terra. A sinistra si nota la figura di Monica, la madre di Agostino, vestita da religiosa agostiniana, raccolta in preghiera in ginocchio. Davanti a lei un angelo tiene per le mani il bastone pastorale e le insegne episcopali del santo.

Fra gli altri personaggi scopriamo anche qualche religioso e religiosa agostiniani.

 

 

Niccol˛ Bambini

Nato a Venezia nel 1651 e ivi morto nel 1736, bambini Ŕ stato un pittore del tardo Rinascimento e del primo barocco. A Venezia compie i primi studi come allievo di Giulio Mazzoni. Trasferitosi a Roma, divenne allievo di Carlo Maratti. Ha dipinto per la chiesa di Santo Stefano a Venezia subito dopo il suo ritorno da Roma. Ebbe due figli, anche loro pittori, Giovanni e Stefano.

 

Note bibliografiche

Croce Elena, alla Voce AGOSTINO AURELIO, Vescovo, Iconografia e Monumenti, pp. 596-600, in AAVV. "BIBLIOTHECA SANCTORUM", vol. I, Roma, 1961;

Lucco Mauro, NICOLO' BAMBINI A CENEDA, pp. 6-18, in "Il Flaminio" Rivista di Studi della ComunitÓ Montana delle Prealpi Trevigiane, n. 1, 1979