Percorso : HOME > Iconografia > Cicli > Quattrocento > Cremona

CICLo AGOSTINIANo di Giovan Pietro Da Cemmo a Cremona

Vestizione di Agostino, affresco nella Chiesa di S. Agostino a Cremona

Vestizione di Agostino

 

 

GIOVAN PIETRO DA CEMMO

1498-1504

Cappella del SS. Sacramento in S. Agostino a Cremona

 

Vestizione di Agostino

 

 

 

L'affresco, pur trasandato nella conservazione, ci offre una originale immagine di Agostino che viene rivestito dagli abiti monacali. In primo piano a sinistra, Simpliciano viene avanti portando in mano un saio di eremitani che tra poco rivestirÓ. In fronte ha Ambrogio con tutti i suoi attributi vescovili.

Questa scena, particolarmente cara agli Eremitani agostiniani era giÓ apparsa a Padova, Pavia e Gubbio. La stessa scena Ŕ stata riprodotta nella Historia Augustini, a San Gimignano e sulla Tavola dell'altare di Gerusalemme.

 

Secondo le leggende medioevali, Agostino durante il suo soggiorno milanese avrebbe visitato e conosciuto il cenobio eremitico che faceva capo a Simpliciano. Colpito dalla vita dei monaci avrebbe chiesto a Simpliciano di concedergli qualche frate da portare in Africa per diffondere anche nel suo paese natale quello stile di vita.

La leggenda medioevale intendeva sottolineare la diretta continuitÓ del modello monastico dell'etÓ agostiniana con le esperienze e la vita che conduceva l'Ordine agostiniano costituito nel 1256.