Percorso : HOME > Iconografia > CicliQuattrocento > Carlisle

CICLo AGOSTINIANo dI Carlisle

Agostino e il Libro dei Vizi

Agostino e il Libro dei Vizi

 

 

MAESTRO DI CARLISLE

(1484-1507)

Cattedrale di Carlisle

 

Agostino e il libro dei Vizi

 

 

 

La scena riporta un altro episodio leggendario: When he complyn had sayd and come to luke he was full cleyn owt of ys knafys buke. Bisogna risalire al ciclo di Pavia per riscoprire questa leggenda, che Ŕ generalmente rappresentata in questtro episodi. Il pittore di Carlisle ne presenta una sola: secondo la Leggenda Aurea, Agostino avendo incontrato un giorno il diavolo lesse nel Libro dei Vizi che aveva dimenticato un giorno di dire compieta. Agostino corse subito in chiesa per rimediare al suo peccato. Il diavolo qui sta andandosene con il Libro dei Vizi incatenato sulle spalle. Ha le corna e i piedi con zoccoli.

 

 

7. Si legge che un giorno, mentre S. Agostino era ancora in vita, vide passare il demonio con sulle spalle un gran libro e gli domand˛ che cosa ci fosse scritto. Il demonio rispose che c'erano scritti i peccati di tutti gli uomini, e S. Agostino gli chiese di vedere che cosa ci fosse scritto a carico suo. Cercarono parecchio ed alla fine trovarono che c'era scritto che una volta non aveva recitato compieta. Pi¨ tardi il demonio, chiuso il libro, se ne and˛ e S. Agostino si rec˛ in chiesa dove con molta devozione recit˛ compieta. Pi¨ tardi il demonio pass˛ di nuovo ed il santo gli chiese di rivedere il libro. Lo sfogliarono tanto, ma trovarono che il peccato ascritto a S. Agostino era stato cancellato.

Il diavolo allora, inquieto, gli disse: - Tu mi hai bene ingannato e sono tanto dispiacente di averti mostrato il libro dove era scritto un peccato che tu hai cancellato con le tue preghiere.

E se ne and˛ confuso.

JACOPO DA VARAGINE, Legenda Aurea