Percorso : HOME > Iconografia > Cicli > Trecento > Rabastens

CICLo AGOSTINIANo a Rabastens

Angelo che accoglie sant'Agostino

Angelo che accoglie sant'Agostino

 

 

MAESTRO FRESCANTE DI RABASTENS

1318 ca.

Chiesa di Notre Dame du Bourg a Rabastens

 

Angelo che accoglie sant'Agostino

 

 

 

Immediatamente sopra la scena della morte di Agostino, sulla parete di sinistra si trova un angelo che fa un gesto di saluto verso Agostino, che Ŕ stato raffigurato di fronte sulla parete destra rispetto alla finestra.

Il viso dell'angelo per quanto rovinato dal tempo, mantiene ancora la sua espressivitÓ. Un ampio panneggio nei vestiti conferisce alla figura dell'angelo movimenti che attenuano la staticitÓ della scena.

 

Il pi¨ antico esempio di questa tematica proviene proprio da Rabastens, che probabilmente riprende una tradizione leggendaria medioevale: uno o pi¨ angeli accolgono Agostino in cielo dopo la morte. Un angelo porta un lungo cartiglio sul quale si pu˛ leggere SPIRITU SAPIENTIAE ET INTELLECTUS. Queste parole sono rivolte ad Agostino che durante la sua vita us˛ con sagacia l'intelligenza e la sua cultura al servizio di Dio.

 

Conservando intatte tutte le membra del corpo, sani la vista e l'udito, mentre noi eravamo presenti osservavamo e pregavamo, egli - come fu scritto - si addorment˛ coi suoi padri, in prospera vecchiaia (1 Re, 2, 10). Per accompagnare la deposizione del suo corpo, fu offerto a Dio il sacrificio in nostra presenza, e poi fu sepolto.

POSSIDIO, Vita Augustini, 31, 5