Percorso : HOME > Iconografia > Cicli > Trecento > Rabastens

CICLo AGOSTINIANo a Rabastens

L'angelo del Paradiso

L'angelo del Paradiso

 

 

MAESTRO FRESCANTE DI RABASTENS

1318 ca.

Chiesa di Notre Dame du Bourg a Rabastens

 

Angelo del Paradiso

 

 

 

Ancora sopra la scena della morte di Agostino, sulla parete di destra si trova un altro angelo che porta un lungo cartiglio sul quale si pu˛ leggere SPIRITU SAPIENTIAE ET INTELLECTUS. Queste parole sono rivolte ad Agostino, che Ŕ stato raffigurato di fronte sulla parete sinistra rispetto alla finestra, mentre tiene in mano un grosso libro e un calamaio.

Il modesto panneggio dei vestiti non riesce a conferire alla figura dell'angelo movimenti che attenuino la staticitÓ della scena.

 

Il pi¨ antico esempio di questa tematica proviene da Rabastens, che probabilmente riprende una tradizione leggendaria medioevale: uno o pi¨ angeli accolgono Agostino in cielo dopo la morte. Un angelo porta un lungo cartiglio sul quale si pu˛ leggere SPIRITU SAPIENTIAE ET INTELLECTUS. Queste parole sono rivolte ad Agostino che durante la sua vita us˛ con sagacia l'intelligenza e la sua cultura al servizio di Dio.

 

Conservando intatte tutte le membra del corpo, sani la vista e l'udito, mentre noi eravamo presenti osservavamo e pregavamo, egli - come fu scritto - si addorment˛ coi suoi padri, in prospera vecchiaia (1 Re, 2, 10). Per accompagnare la deposizione del suo corpo, fu offerto a Dio il sacrificio in nostra presenza, e poi fu sepolto.

POSSIDIO, Vita Augustini, 31, 5