Percorso : HOME > Iconografia > Cicli > Settecento > Basilio Pacheco

CICLo AGOSTINIANo di Basilio Pacheco a Lima

La morte di Patrizio

La morte di Patrizio

 

 

BASILIO PACHECO

1744-1746

Monastero agostiniano degli Eremitani di Lima

 

La morte di Patrizio

 

 

 

La scena in realtÓ descrive due episodi: la morte di Patrizio, al centro, e la preghiera di Monica per il riposo eterno del marito. Patrizio Ŕ a letto, il viso stanco: un sacerdote alla sua sinistra gli mostra un crocifisso e glielo mette nelle mani. Poco discosta una giovane donna apre le braccia in segno di rassegnazione, un'altra ripete lo stesso gesto di preghiera. Un'altra ancora in piedi sembra soddisfatta all'idea che Patrizio di sia convertito: un'altra ancora piange disperatamente in ginocchio. A destra Monica prega davanti a un crocifisso su una tavola.

 

Agostino ne parla nelle Confessioni, nel libro nono, quando ripensa alla sua vita trascorsa con la madre e i genitori: "Finalmente guadagn˛ a te anche il marito, giÓ quasi al limite estremo della vita temporale: e in lui che ormai era credente non rimpianse ci˛ che aveva tollerato nel miscredente. Era poi la serva dei tuoi servi. Chi di loro l'aveva conosciuta, in lei rendeva lode e onore e amore a te, sentendo nel suo cuore la tua presenza, testimoniata dai frutti di una vita consacrata a te.

Era stata la moglie d'un solo uomo, aveva reso ai genitori il bene ricevuto, aveva retto con devozione la sua casa, a testimonio aveva le sue buone opere. Aveva allevato dei figli, partorendoli di nuovo ogni volta che li vedeva allontanarsi da te. Infine di tutti noi, Signore, che possiamo per tuo gratuito favore dirci servi tuoi, e ricevuta la grazia del tuo battesimo vivevamo giÓ in una nostra comunitÓ, al tempo in cui ancora lei non s'era addormentata in te, di tutti noi si prese cura quasi fossimo tutti figli suoi, e quasi fosse figlia di noi tutti ci servý."

AGOSTINO, Confessioni, 9, 9, 22