Percorso : HOME > Africa agostiniana > Siti archeologici > Douggha

L'africa romana: Douggha

Il tempio della dea Giunone Caelestis

Il tempio della dea Giunone Caelestis

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL TEMPIO DELLA DEA GIUNONE CAELESTIS

 

 

 

Costruito fra il 222 e il 235 durante l'impero di Alessandro Severo, il tempio di Giunone Caelestis sorge al centro di una corte a emiciclo, chiusa da un muro cinto da un portico terminante su entrambi i lati con un massiccio pilastro decorato da una lesena e una nicchia.

Il santuario, posto in posizione sopraelevata, era interamente circondato da colonne con la bella disposizione del peristilio che precede la cella. Il tempio fu successivamente trasformato in chiesa con l'aggiunta di un'abside nel V secolo. Si tratta di un raro esempio di tempio semicircolare, in deroga alle rigide leggi architettoniche romane. La dea Caelestis oltre che alla romana Giunone corrispondeva alla cartaginese Tanit.

Probabilmente Ŕ il monumento pi¨ interessante di Dougga: il tempio Ŕ costruito all'interno di un vasto portico colonnato semicircolare, atipico rispetto allo stile architettonico della Tunisia romana. Il portico era decorato con statue raffiguranti province e cittÓ, delle quali rimangono solo i nomi incisi. Al centro, il tempio vero e proprio si innalza su un alto podio ed Ŕ circondato da colonne sui quattro lati, sormontate da bei capitelli corinzi. L'area all'interno del portico era probabilmente piantata a bosco.