Percorso : HOME > Africa agostiniana > Siti archeologici > Douggha

L'africa romana: Douggha

L'entrata del Capitolium di Douggha

L'entrata del Capitolium di Douggha

 

 

IL CAPITOLIUM

 

 

 

Il Capitolium Ŕ il meglio conservato fra i templi dell'Africa del Nord. Costruito tra il 166-167 d. C., il grande tempio Ŕ dedicato alla triade Giove, Giunone e Minerva. Thugga conta anche altri templi dedicati ad altre divinitÓ fra cui Mercurio, Giunone Celeste, Saturno, la dea Concordia, Frugifero, Liber Pater ed altri.

Il suo portico, alto circa 8 metri. Ŕ sostenuto da 6 colonne monolitiche scanalate con bei capitelli corinzi. Il fregio reca l'iscrizione con la dedica alla triade capitolina. Oggi del Capitolium Ŕ visibile solo una frammentaria porzione della originaria decorazione scultorea che abbelliva l'atrio e delle nicchie che accoglievano le statue. Dal suo atrio si apre un'ampia visuale che coglie l'intera vallata e la pianura sottostante la cittÓ. Sulla sinistra, su un piano ribassato si trova il Foro della cittÓ, mentre sulla sinistra si apre la piazza del Mercato. Davanti all'entrata del santuario sono ancora visibili alcune lapidi e iscrizioni latine.

Il Capitolium Ŕ uno dei pi¨ bei monumenti romani dell'intera Africa settentrionale. Dedicato alla triade Giove, Giunone e Minerva, Ŕ composto da un santuario preceduto da un portico, al quale si accedeva attraverso una scala monumentale che aveva inizio da un corridoio lastricato collegante il foro e la piazza della Rosa dei Venti. Il portico conserva sei colonne scanalate, di cui cinque monolitiche.

I capitelli corinzi, assai ben lavorati, sostengono un fregio con dedica alla triade capitolina, in cui si ricorda ancora che l'edificio venne eretto a spese di due donatori. Sul timpano del frontone, un bassorilievo raffigurante un uomo portato in cielo da un'aquila rappresenta l'apoteosi dell'imperatore Antonino Pio.

La cella, di forma quasi quadrata, conserva sul fondo una grande nicchia, contenente la statua colossale di Giove, e altre due laterali, che ospitavano i simulacri di Giunone e Minerva. Nel sottosuolo si trova una cripta, ripartita in tre navate, che fu forse utilizzata come chiesa; nel corso di alcuni saggi di scavo vi Ŕ stata rinvenuta la testa, in marmo bianco, della statua di Giove, che doveva raggiungere i 6 m di altezza.

 

 

  APPROFONDIMENTO

               Il Capitolium