Percorso : HOME > Iconografia > Cicli > Settecento > Indersdorf

CICLo AGOSTINIANo di Gunther Matthaus a Indersdorf

Agostino distribuisce abiti ai poveri

Agostino distribuisce abiti ai poveri

 

 

GUNTHER MATTHAUS

1755

Indersdorf, chiesa Assunzione di Maria

 

Agostino distribuisce abiti ai poveri

 

 

 

Su un piccolo ponte in pietre Agostino allunga la mano destra in un sacco pieno di stoffe che gli regge un servitore. Con la mano sinistra offre un mantello a un mendicante inginocchiato. All'estrema sinistra, un miserabile è tratteggiato con estremo realismo.

 

Per l'afflizione dei miseri e il gemito dei poveri, ora mi leverò, ha detto il Signore. Così infatti il Signore stesso ha avuto, nel Vangelo, compassione del suo popolo perché non aveva una guida mentre poteva egregiamente obbedire. Per questo nel Vangelo è detto anche: la messe è molta, ma pochi gli operai. Dobbiamo intendere queste parole come dette dalla persona di Dio Padre, il quale, a cagione dei miseri e dei poveri, cioè a cagione dei bisognosi per la miseria e la povertà dei beni spirituali, si è degnato di mandare il Figlio suo. Da qui prende inizio il discorso della montagna secondo il Vangelo di Matteo, quando dice: beati i poveri di spirito, perché di essi è il regno dei cieli.

Porrò nella salvezza: non ha detto che cosa porrà; ma nella salvezza si deve intendere in Cristo, come leggiamo: perché hanno visto i miei occhi la tua salvezza. E perciò si intende che ha posto in lui ciò che è necessario per togliere la miseria dei poveri e consolare il gemito dei bisognosi. Con fermezza spererò in lui, secondo quanto si legge nel Vangelo: insegnava loro come uno che ha autorità, non come i loro scribi.

AGOSTINO, Salmo 11, 6