Percorso : HOME > Iconografia > Cicli > Trecento > Erfurt

CICLo AGOSTINIANo di ERFURT

Agostino discute con Ambrogio

Agostino discute con Ambrogio

 

 

MAESTRO VETRAIO DI ERFURT

(1316 - 1324)

Chiesa di sant'Agostino

 

Agostino discute con Ambrogio

 

 

 

Hatge e Rentsch vedono in questa scena il consiglio di Ambrogio a leggere Isaia. In realtÓ questo consiglio non fu dato verbalmente ma con una lettera. La scritta specifica i due personaggi: AMBROSIVS ET AVGVSTI.

Ambrogio vi Ŕ rappresentato in qualitÓ di vescovo con tutti i suoi attributi: il suo viso Ŕ stanco ed emaciato. Con la mano sinistra regge un libro, con la destra invece impugna una scritta. A sinistra Agostino ha un aspetto molto giovanile ed Ŕ in atteggiamento rispettoso. L'autore di Erfurt ha voluto rimarcare pi¨ di una volta il rapporto fra Agostino ed Ambrogio, seguendo in questo i vari passi delle Confessioni.

 

 

A Milano incontrai il vescovo Ambrogio noto a tutto il mondo come uno dei migliori e tuo devoto servitore ... la soavitÓ della sua parola mi incantava.

AGOSTINO, Confessioni 5, 13, 23

 

Vedendomi, non si tratteneva dal tesserne l'elogio e dal felicitarsi con me, che avevo una tal madre. Ignorava quale figlio aveva lei.

AGOSTINO, Confessioni 6, 2, 2